sabato 5 ottobre 2013

isole nella corrente - hemingway

"Siamo tutti isole, isole nella corrente, ognuna con le sue leggi ."

Questo è Hemingway, Ernest Hemingway, il sale della letteratura moderna.
Un milestone del minimalismo.
Isole nella corrente è la sua opera che amo di più.

Nella prima parte ti dice com'è la sua casa a Bimini e di che colore è la corrente del Golfo, le schiene dei suoi ragazzi che nuotano nella laguna.
La luce è quella forte del sole dei tropici, i colori densi, come in una fotografia sottoesposta.
Ma è nella forza della luce, nella corrente scura che leggi la tragedia. Il colore denso è la misura di ciò che Thomas Hudson sta per perdere.

Nella seconda parte ogni cosa affoga nell'alcol e nei bordelli.
Quasi non c'è un dialogo senza un daiquiri, senza una puttana che batte le ciglia ammirata o spaventata.
"Non puoi cancellare il dolore" dice, "puoi anestetizzarlo."

C'è sempre, ovunque, un sottofondo di nafta e di sale, di porti e scazzottate nei porti.
Di sudore e di mangrovie che sudano sale nell'afa.
Anche il vento, qui, è salato.

La morte (o solo l'ombra della morte in un finale semi-aperto) lascia tutti con una domanda in bocca.
Una domanda che sembra casuale, e quindi umana.
E' qui che Hemingway chiede scusa a tutti per il suo suicidio?

E' isole nella corrente una specie di Lord Jim?
Può darsi, ma senza rimorsi nello specchio. Qui è il destino, non l'uomo, a spezzare le gambe dell'uomo.
E ci vuole una montagna, per seppellire un gigante e il dolore di un gigante.

Thomas Hudson, tra un daiquiri e un l'altro, questa montagna la invoca, la cerca.
Se la ride. Danza sul baratro.
Poi finisce a caccia di tedeschi in mezzo alle mangrovie.
Di Conradiano c'è l'ineluttabilità della fine: andare fino in fondo, a qualunque costo. E lo specchio: quello in cui guardi solo tu, il proprietario di quella faccia lì.

Autobiografico fino alla morte.
Lui, Hemingway c'era sempre, era lì per primo, a raccontartela tutta sulla sua pelle.
Come quando era a caccia di tedeschi tra le mangrovie. C'era davvero.

Capolavoro

leggi anche:
http://www.imperialbulldog.com/2016/04/27/tutti-gli-hemingway-de-lavana/